TORNA ALLE NEWS

Toni Bou e Jaime Busto, sinfonia Montesa nel GP d’Italia

Festa Montesa al GP d’Italia, con Toni Bou e Jaime Busto che conquistano il podio nella prova tricolore del Mondiale di Trial Outdoor, salendo rispettivamente sul primo e sul terzo gradino del podio della classifica generale.

Uno straordinario risultato giunto al termine di un weekend reso difficilissimo dalla pioggia, Bou non ha sbagliato un colpo marcando una differenza rispetto ai rivali con una impressionante abilità tecnica. Grazie a questo ennesimo trionfo, Bou chiude la stagione con otto vittorie nel GP disputati e con la sua 97esima vittoria nel Mondiale.

Splendido anche Jaime Busto che ha chiuso al terzo posto di giornata nonostante il terreno insidiosissimo, confermandosi al terzo posto mondiale. Per lui 113 punti in classifica generale, quelli di un immenso Toni Bou sono addirittura 192…

Per Takahisa Fujinami è stata una gara in rincorsa, il veterano del Repsol Honda Team in Italia ha chiuso al decimo posto conservando il quinto posto assoluto, risultato che per l’ennesima stagione (la ventesima…) lo conferma fra i migliori cinque assoluti del Trial Mondiale.

“E’ stata una grande vittoria con buone sensazioni, volevo vincere qui in Italia dove il pubblico mi apprezza e mi sostiene – le parole di Toni Bou – devo ringraziare la squadra per il grande lavoro svolto anche quest’anno, sono davvero felice del Mondiale conquistato”.

“Aver finito vinti stagioni fra i primi cinque al mondo è qualcosa di incredibile, forse mai nessuno ci era riuscito prima… – analizza Takahisa “Fujigas” Fujinami – purtroppo qui in Italia non è andata bene e non ho potuto celebrare questo mio record nel mondo in cui avrei voluto. Ma lavorerò per migliorarmi in vista della prossima stagione!”.

“Sono molto felice di questa terza posizione in Campionato – sintetizza Jaime Busto – ho combattuto e sono soddisfatto del risultato finale. Potevo far meglio, ma stiamo iniziando a lavorare in modo tale da poter fare ancora meglio nel 2018”.

“Il bilancio della stagione è senza dubbio positivo: titolo assoluto per Toni Bou e titolo costruttori per la squadra Repsol Honda Team – commenta il Team Manager Miquel Cirera – Toni ha voluto chiudere il campionato alla grande e noi tutti dobbiamo ringraziarlo per il titolo e per la motivazione associata al lavoro che gli permette ogni giorno di ricercare la cura del dettaglio. Mi congratulo per Jaime Busto che si è migliorato gara dopo gara, fino a raggiungere il podio Mondiale: spero che continui su questa strada. Devo poi congratularmi con Takahisa Fuyjinami per i suoi risultati sempre eccezionali. E naturalmente il mio grazie va a tutta la squadra, a Montesa-Honda, a HRC per aver contribuito nel mantenere ai più alti livelli professionistici tutti i nostri tre piloti. Insieme, possiamo continuare a vincere…”.

 

/web/htdocs/www.redmoto.it/home/wp-content/themes/redmoto/single.php